Lo psicologo dello sport oggi

Essere psicologi dello sport oggi significa avvicinarsi a una realtà variegata, complessa, spesso problematica e dai confini in continua evoluzione.

Josefa Idem, a 48 anni, è stata competitiva nella sua ottava Olimpiade. Ma c’è anche chi è costretto a mentire per fare parte di una rappresentativa Nazionale: partecipare ai Giochi comporta un’età minima.  E non basta: quel posto in squadra è frutto di selezione e di una crescita totalizzante che dura da anni.  Un’infanzia rapita.

Di nuovo etica, cultura, professionalità: in termini di ciclo di vita sportiva la psicologia può fare molto e sotto differenti punti di vista.

La nostra sfida: approfondirla con studi scientifici e declinarla in impianti mirati di comunicazione.